A capocciate

 

A volte vorresti non essere mai nato

A volte vorresti non aver a che fare con i psicodrammi altrui

A volte vorresti solo una sigaretta ma ti sforzi a non comprarle

Perché alle persone piace stare male? Perché cercare così tanto di non piacersi? Perché infliggerlo negli altri?

Ma chi va chiesto niente! Lamentele, ma andate a costruire le case come volontari per i poveri del terzo mondo, andate ad aiutare a trovare i pozzi in Africa, andate e smettete di attaccarvi alla gente come se dovessero risolvervi i problemi, che i PROBLEMI so altri…tutte pippe mentali, si, lecite, ma sono pippe mentali. Le persone nascono, crescono, fanno cose, sbagliano pure (che poi il concetto di sbaglio è da approfondire) e muoiono. Si muore tutti.

Volete continuare a lagnarvi? Fate pure. Perderete solo tempo che non vi sarà restituito e forse il futuro che in realtà desiderate, ma fa paura abbandonare le turbe mentali che vi ancorano nel passato.

Crogiolate nel vostro zuppone di discordia e infelicità, senza cercare una svolta, potete partire con una valigia ma se non si (mi rimetto insieme al popolo) cambia la testa, se si continua a pensare male di se stessi, a ripetersi che si è SBAGLIATI, potete anche arrivare sulla Luna.

Lavorare su se stessi perseguendo obbiettivi.

Se vuoi stare bene, devi fare ciò che ti fa stare bene. Caparezza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *