Laboratorio di cesteria con Paolo Valenti

L’arte dell’intreccio è una delle pratiche più antiche dell’uomo, un lavoro prezioso.
Salice, olivo, vitalba, canna palustre, ginestra, gelso, pruno, nocciolo – impareremo a riconoscere le piante, a sapere quando si raccolgono, a conoscere le tecniche e le caratteristiche che rendono tipico un cesto.

PERCHÉ IMPARARE A FARE CESTI NEL 2018?
Per trovare un’alternativa ai cesti che si trovano oggi in commercio per pochi euro che non sono in grado di raccontarci quasi nulla sulla loro storia e sulle mani che li hanno fatti.
In un’epoca dominata dal consumismo, imparare a fare un oggetto artigianalmente senza acquistare nulla significa riprendere legami profondi tra l’uomo, la terra e le sue tradizioni, dare fiducia alla saggezza delle mani. Conoscere piante e stagioni è sufficiente per creare oggetti che durano anche cinquanta anni, a dispetto della plastica.

 

 

 

A CHI E’ RIVOLTO?
A tutti, non serve avere esperienza.
Particolarmente indicato per chi vuole svuotare la testa, dedicarsi a una attività “lenta” e immergersi per una giornata di lavoro manuale che darà grande soddisfazione.

Costo: 25 euro comprensivi di materiali
Cosa portare: forbici da potatura, un coltellino ben affilato, vestiti comodi (che si possono sporcare), pranzo al sacco.

Iscrizioni entro lunedì 28 maggio alla e-mail casermarcheologica@gmail.com o tel. 3498650250

si raccomanda l’iscrizione al corso entro il 28 maggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *