L’UNIVERSO NON HA UN CENTRO

DOMENICA 30 SETTEMBRE ore 17,30 

L’UNIVERSO NON HA UN CENTRO

Esito dei laboratori artistici tenuti da Alessandra Baldoni e Ilaria Margutti con gli studenti del Liceo “Città di Piero”

La programmazione espositiva autunnale di CasermArcheologica, inizia con l’inaugurazione di due mostre parallele, allestite nelle sale della ex-Caserma da Domenica 30 settembre fino al 1 novembre.

Entrambe le mostre ruotano attorno ai temi dell’esplorazione del paesaggio come luogo privo di confini, senza un centro; farne parte ne cambia costantemente la geografia.

Domenica 30 settembre alle ore 17,30 inaugurano gli esiti dei laboratori artistici tenuti con i ragazzi del Liceo “Città di Piero” durante l’anno scolastico 2017/18.

L’UNIVERSO NON HA UN CENTRO è il titolo dei percorsi formativi tenuti dall’artista Alessandra Baldoni, fotografa e poetessa umbra e Ilaria Margutti, docente di Storia dell’Arte del Liceo “Città di Piero” e artista biturgense.

Alessandra Baldoni ha coinvolto 14 studentesse che hanno seguito un percorso fotografico dedicato alla narrazione del territorio come luogo da esplorare, da reinventare e da interpretare, una  moltitudine di letture che si possono creare attraverso la poesia, la scrittura e la messa in scena di set fotografici che restituiscono una visione personale e creativa dei luoghi conosciuti, attraversati nella quotidianità.

“C’è bisogno di un’educazione sentimentale, di una capacità di attraversare il mondo allargando le braccia, come dice un verso della poetessa Chandra Livia Candiani, da cui prende il titolo la mostra. Disarmarsi. Costruire un luogo nuovo con un linguaggio nuovo. La fotografia è solo uno strumento, una bussola per cercare di orientarsi.” ( Alessandra Baldoni )

Sullo stesso tema ha lavorato anche Ilaria Margutti, ispirandosi alla teoria della Derivadi Guy Debord, accompagnando alcune delle sue classi lungo un percorso di ri-esplorazione delle strade conosciute e attraversate distrattamente, per disegnare nuove mappe del territorio e per “ascoltare” il paesaggio come fosse un luogo che si narra silenziosamente dentro le fessure dei muri, nei dettagli delle strade o lungo le vie ricoperte da foglie.

I ragazzi sono stati invitati a perdersi, a osservare e a descrivere una nuova geografia.

Per avere qualche speranza di essere noi stessi, dobbiamo avere molti luoghi dentro di noi. Questo pensiero di Jean Bertrand Pontalis, ci insegna due cose: una è che la nostra storia e la nostra psiche sono anche una geografia; siamo inseparabili dai nostri luoghi, per amore o per rancore. L’altra è che il nostro luogo non è mai uno solo. Ci vogliono appunto, molti luoghi.

( Vittorio Lingiardi – Mindscapes)

 

******

 

In occasione dell’inaugurazione della mostra, sarà proiettato il video/documentario– realizzato da Low Party production– che racconta la realizzazione dei Murales del Cavalcaviaall’uscita della E45, realizzati da Ivan Tresoldi e Mattia Martini, Nicola Alessandrini e Lisa Gelli.

Il video, con le riprese di  Lorenzo Lombardi, Nicola Mancini, Marco Buzzini, montaggio di Lorenzo Lombardi con la collaborazione di Gabriele Bianchini è stato realizzato con il sostegno di Piccini Paolo s.p.a, Farmacia Cantucci, Tabaccheria del Corso, Hair Style Silvia, Viaggiando, Bar Santioni, Macelleria Martini, Autofficina Mercati Grazianoe con un ringraziamento speciale a Giorni Aldo, Gabriele Bianchinie TTV.

 

*********

 

Nelle sale adiacenti è in corso la mostra GEOMETRIE CELESTI, una bi-personale delle artiste Silvia Noferi e Francesca Romana Pinzari.  PREMIO SPECIALE CASERMARCHEOLOGICA conferito in occasione di Arteam Cup 2017

 

*********

CasermArcheologicaè un percorso di rigenerazione urbana a Sansepolcro che sta riqualificando l’ex Caserma dei Carabinieri, all’interno di Palazzo Muglioni, edificio storico nel centro cittadino, a pochi metri dal Museo Civico dove sono conservate due delle più importanti opere di Piero della Francesca.

Grazie ad uno straordinario movimento che coinvolge studenti delle Scuole Superiori, professionisti, imprenditori, Istituzioni e Fondazioni, l’Associazione CasermArcheologica ha riconsegnato alla Città due piani del palazzo, abbandonato e inutilizzato dagli anni ’90, ora di nuovo accessibile come centro dedicato alle Arti Contemporanee, spazio di lavoro per giovani professionisti e di formazione.

CasermArcheologica è un’architettura di comunità, un edificio pubblico che ha le sue fondamenta in tutti coloro che se ne prendono cura.

 

********

 

CasermArcheologica

via Aggiunti 55, Sansepolcro (AR)

 

30 settembre – 1 novembre 2018

Inaugurazione 30 settembre ore 17,30

orari di apertura: sabato dalle 17.00 alle 19.30

e su appuntamento 349.6442920

casermarcheologica@gmail.com

www.casermarcheologica.it

 

Ufficio Stampa:

casermarcheologica@gmail.com/ tel. 3338170192

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *