Partecipazione Attiva

CasermArcheologica / Luogo Utopie Possibili

Grande partecipazione all’incontro di presentazione del progetto di riqualificazione di Palazzo Muglioni

L’ex Caserma dei Carabinieri di Sansepolcro risorge dalle ceneri: presto i lavori, a luglio la prima mostra di riapertura

L’Amministrazione Comunale e CasermArcheologica, in collaborazione con Art Sweet Art, sabato 4 marzo presso la Sala del Consiglio Comunale di Palazzo delle Laudi, a Sansepolcro, hanno presentato il progetto di riqualificazione di Palazzo Muglioni, ex Caserma dei Carabinieri. All’incontro hanno partecipato circa 150 persone, tra cui molti studenti delle superiori; 40 dei presenti si sono tesserati all’Associazione.

In questa occasione sono intervenuti il Sindaco e l’Assessore alla Cultura di Sansepolcro, Ilaria Margutti, Laura Caruso e l’architetto Monica Gnaldi Coleschi.

Il Sindaco Mauro Cornioli, felice della presenza di molti giovani in sala, ha ringraziato pubblicamente le curatrici del progetto; l’Assessore Gabriele Marconcini si è mostrato molto orgoglioso dell’opera di “riqualificazione dei vuoti urbani” che sta compiendo CasermArcheologica, finalizzata a creare uno spazio comune che sia luogo di aggregazione sociale, dove acquisire professionalità che possano fare dell’arte un lavoro.

La responsabile artistica del progetto, Ilaria Margutti, ha illustrato nel dettaglio le varie attività svolte dal 2013 a oggi: i primi incontri e i laboratori con gli studenti già dal 2011, i giorni di pulizie delle stanze di Palazzo Muglioni e la prima mostra nel 2013, l’intervento di Le Giraffe Labs e la loro mostra collettiva nel 2014, le ultime mostre prima della chiusura, ossia Recto|Verso – Il percorso dello sguardo (2014) e IDROPHILIA | La Zona Abitabile (2015).

Laura Caruso (project manager) è partita proprio dalla chiusura della Caserma nel 2015, a causa della dichiarazione di inagibilità da parte dei Vigili del Fuoco, per raccontare come un evento sfavorevole abbia portato a una grande occasione di crescita: la vincita del finanziamento del bando promosso dalla Fondazione Unipolis culturability – rigenerare spazi da condividere.

L’architetto Monica Gnaldi, infine, ha aggiornato la cittadinanza sulle condizioni dell’edificio in Via Aggiunti, 55 e sullo stato dei lavori del primo piano, che dovrebbero partire in questo periodo, in previsione della prima mostra di apertura prevista a luglio 2017 che vedrà ospiti alcuni artisti che si stanno distinguendo nella scena nazionale, tra cui Carla Rak e Francesco Capponi. La mostra sarà affiancata dall’esito del laboratorio che Alessandra Baldoni sta conducendo con un gruppo di studenti delle scuole superiori lavorando in particolare con la fotografia.

Il progetto complessivo prevede la realizzazione del primo museo di arte contemporanea in Valtiberina, l’utilizzo di spazi per il coworking dedicati a giovani professionisti e attività di formazione che saranno attivate da settembre 2017. L’obiettivo di CasermArcheologica è fare dell’arte uno strumento per rinnovare la propria visione del mondo, sviluppare competenze e inserirsi nel tessuto culturale e produttivo del territorio, affinché possa diventare luogo di utopie possibili.

Tutta la progettazione è sostenuta da una rete importante di partner locali e nazionali: Amministrazione Comunale, Fondazione Unipolis, Fondazione Marco Gennaioli Onlus, Piccini s.p.a., l’azienda C&G cosmetics e il Comune di Monte Santa Maria Tiberina.

 

Info e contatti:

CASERMARCHEOLOGICA

Via Aggiunti 55, ex Caserma dei Carabinieri Sansepolcro (AR)

Email casermarcheologica@gmail.com

Facebook CasermArcheologica

<?php echo do_shortcode(“[photo_gallery_wp id=’4′]”); ?>

 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *