iperCASERMA | 10, 11, 12 E 25 SETTEMBRE

CasermArcheologica
con il sostegno di
Regione Toscana
Comune di Sansepolcro

iperCASERMA
CasermArcheologica, Via Aggiunti, Sansepolcro,
10, 11, 12, 25 Settembre 2021

MOSTRE, MUSICA, TEATRO, INCONTRI
per la riapertura e inaugurazione nuovi spazi a Palazzo Muglioni e Via Aggiunti

Venerdì 10 Settembre 2021

ore 18.00 – 20.00
Inaugurazione con la banda della Società Filarmonica dei Perseveranti di Sansepolcro

Apertura delle mostre a CasermArcheologica

Dentro gli occhi cosa resta, esiti laboratori a cura di Ilaria Margutti e Alessandra Baldoni.
Mostra percorso degli elaborati realizzati dagli studenti del Liceo Città di Piero durante l’anno scolastico 2019/2020 durante i corsi di fotografia narrativa tenuto da Alessandra Baldoni e i quaderni dell’arte tenuto da Ilaria Margutti con gli allievi delle classi 3As e 3L1lc.

Space Needers di Francesco Capponi
Progetto di fotografia stenopeica che nasce come personale fuga dalla realtà dell’artista, che, chiuso in casa a causa della pandemia, ha sperimentato un gioco fotografico: immagini ritagliate di astronauti e cosmonauti trovate in rete, posizionati in set casalinghi e rifotografati nei vari angoli di casa mentre esploravano lo “Spazio Domestico”. Attraverso il foro stenopeico Francesco Capponi osserva nuovi e infiniti universi nascosti tra le pieghe di questo nostro vecchio mondo che in quei momenti appariva logorato.

Così lontano, così vicino, di Meri Ciuchi e Maurizio Rapiti
Bipersonale degli artisti Meri Ciuchi e Maurizio Rapiti; vecchie fotografie analogiche e riproduzioni di grandi capolavori della storia dell’arte italiana, riviste in chiave contemporanea con cifre emotive differenti che distinguono i due artisti, l’ironia e la melanconia; narrazioni immediate, con elementi tratti dall’ordinario vivere, attraverso il filtro immaginifico degli autori.

Apertura delle mostre fino alle 23.00

 

Sabato 11 Settembre 2021

ore 11.00
Presentazione del progetto CasermArcheologica LAB
Progetto pensato per i nuovi spazi di CasermArcheologica che intende valorizzare l’artigianato locale con il contributo progettuale di artisti contemporanei italiani e internazionali per offrire occasioni concrete di apprendimento e innovazione intorno alle tecniche tradizionali. Un progetto pensato da CasermArcheologica promosso con
Università degli Studi di Roma “La Sapienza”
Banca di Anghiari e Stia Credito Cooperativo

Confartigianato Imprese Arezzo
Progetto Valtiberina
Atelier Appennini

Insieme ai partner, interverranno:

Carlo Martino, Professore Ordinario di Disegno Industriale Università degli Studi di Roma “La Sapienza” / Full Professor in Design _ Design PhD; Presidente / Head del Corso di Laurea Magistrale / Master in “Design Comunicazione Visiva e Multimediale / Design, Multimedia & Visual Communication” program; Coordinatore dell’Unità di Coordinamento “Valorizzazione e Comunicazione PDTA”; Membro del Dipartimento Generale dell’ADI.

Pino Pasquali, architetto, designer, artista, già responsabile del Master in Design presso l’Istituto Europeo di Design di Roma, e di “Forma & Memoria” centro di produzione e promozione di architettura, design ed arte. E’ fondatore di “Atelier Appennini”. Le numerose esperienze professionali e di ricerca toccano il tema dell’architettura sulla scala urbana fino al disegno dei prodotti industriali.

Claudia Losi, artista visiva, si esprime attraverso una varietà di media e ha sviluppato negli anni diverse collaborazioni con distretti artigianali. Nella sua pratica hanno un ruolo di particolare importanza l’osservazione dell’ambiente, naturale e antropizzato, il coinvolgimento fisico nello spazio e la relazione profonda tra narrazione collettiva e immaginario nell’umano.

Maria Pilar Lebole Fondazione CR Firenze, Responsabile di Spazio NOTA e Osservatorio Mestieri dell’Arte a Firenze, tra le principali istituzioni italiane dedite alla promozione dei mestieri d’arte ed è soggetto sostenitore della Carta Internazionale dell’Artigianato Artistico e parte attiva del network di relazioni internazionali finalizzate alla comunicazione, al sostegno degli artigiani e ad attività di progettazione e ricerca.

Alessandra Tempesti, curatrice di Lottozero, centro per l’arte e il design tessile a Prato, aperto alla fine del 2016 in un ex magazzino alimentare, è situato nella zona industriale Macrolottozero. Un luogo in cui giovani creativi, artigiani, artisti e designer entrano in connessione tra loro e con il patrimonio manifatturiero della città.

ore 15.00
Concerto dell’Orchestra Giovanile d’Archi Novamusica Sansepolcro

La violinista Laura Cuku Hodaj e i suoi allievi della Novamusica Sansepolcro, una tra le realtà culturali più vivaci del territorio, accoglieranno i visitatori del Museo Diffuso e tutto il pubblico.

 

ore 15.30
Scopri Sansepolcro. Il Museo Diffuso: luoghi, persone, storie

Progetto di turismo responsabile che permette di conoscere il patrimonio storico, artistico, culturale della Città di Sansepolcro direttamente dalla voce di chi ci abita e si prende cura del territorio. Un’iniziativa pensata da CasermArcheologica promossa dal Comune di Sansepolcro, da Meet Valtiberina Toscana e dal Centro Guide Arezzo e Provincia, con la preziosa collaborazione con Museo Civico, Archivio Diocesano, Gruppo Campanari, Museo Biblioteca della Resistenza, Museo del Merletto, Museo della Vetrata, Sede degli Sbandieratori e Società dei Balestrieri.

ore 17.00 – 20.00
Politico Poetico LAB

Laboratorio teatrale di cittadinanza attiva del Teatro dell’Argine.
Dall’esperienza di Politico Poetico e da un lavoro trentennale con gli adolescenti, la Compagnia del Teatro dell’Argine di San Lazzaro di Savena (BO) conduce un laboratorio tra teatro e attivazione civica con i ragazzi e le ragazze di CasermArcheologica per ascoltare la voce delle giovani generazioni su temi cruciali come ambiente, lavoro ed economia, disuguaglianze, città e comunità, pace e giustizia. Tante idee per la città, tanti monologhi per raccontarle.

 

ore 18.00
Presentazione libro dell’artista Claudia Losi, 
The whale theory, Casa Editrice Johan & Levi
Il volume ripercorre l’esperienza ventennale di ricerca poetica dell’artista intorno all’archetipo della balena, creatura colossale e opalescente, che sfugge allo sguardo e come Moby Dick “elude cacciatori e filosofi”.

Apertura delle mostre fino alle 23.00

 

Domenica 12 Settembre 2021

ore 10.30
Incontro pubblico con i candidati Sindaco

In vista delle prossime elezioni comunali del 3 e 4 Ottobre, CasermArcheologica propone un incontro per riflettere sul futuro della Città di Sansepolcro tra i candidati Sindaci e la cittadinanza, a partire da proposte maturate in questi anni di attività a Sansepolcro, in particolare con i ragazzi di Sansepolcro.

ore 12.00
Esito Politico Poetico LAB
, del Teatro dell’Argine
Restituzione finale del laboratorio teatrale di cittadinanza attiva con i ragazzi e le ragazze di CasermArcheologica.

 

sabato 25 Settembre 2021

ore 18.00
Presentazione del progetto BUITONI

Presentazione del progetto 𝐵𝑢𝑖𝑡𝑜𝑛𝑖 attraverso i racconti e le impressioni del gruppo di lavoro, composto da giovani progessionisti dellla Valtiberina, lo scrittore Riccardo Meozzi, il videomaker Jacopo Tonelli e Martina Tognelli per CasermArcheologica. Insieme a Daniele Ciuchi e Valerio Giunti per l’Associazione Cral Buitoni stanno raccogliendo interviste a lavoratori e lavoratrici della Buitoni in vista dell’allestimento della mostra del prossimo dicembre a CasermArcheologica.
Progetto sostenuto con il contributo di Fondazione CR Firenze.

ore 19.00 e ore 20.30
Spettacolo teatrale itinerante per piccoli gruppi di spettatori
Quanti siete? di Alessandra Bedino
dal testo “La masticazione dei morti” di Patrick Kermann
con Stefano Berbeglia, Giuliana Bianchi, Annalisa Cei, Carlo Giabbanelli, Cordelia Palla, Stefania Salvietti, Giovanni Visibelli
regia Alessandra Bedino

Un palazzo abbandonato, un luogo apparentemente vuoto ma popolato di voci. Il nuovo arrivato si domanda: “Quanti siete?”. “Più di quelli di là”, è la risposta. Sono tanti, in effetti: tutti quelli che continuano senza sosta a ‘masticare’ la propria vita anche quando è finita da un pezzo.

ore 21.30
Concerto del gruppo musicale Rigolò
Rigolò è una psychedelic music band, con alle spalle composizioni per una serie tv RAI e sonorizzazioni live per i documentari del musicista e filmmaker Francesco Tedde. Il gruppo musicale si compone di quattro elementi: Andrea Carella (vocal/guitar), Jenny Burnazzi (violoncello), Alessandro Reggiani (ukulele/basso) e Andrea Napolitano (batteria/pad).

 

INFO
CasermArcheologica
Via Aggiunti 55, Sansepolcro
www.casermarcheologica.it

Viste le misure in adozione è fortemente richiesta la prenotazione a casermarcheologica@gmail.com
Le attività si svolgeranno negli spazi di CasermArcheologica e all’aperto, su via Aggiunti, nel rispetto di tutte le misure anticovid. Si fa presente che agli eventi si potrà accedere solo se in possesso di GREEN PASS.

INGRESSO GRATUITO
Durante tutte le giornate sarà possibile sottoscrivere il tesseramento all’Associazione CasermArcheologica.

ORARI DI APERTURA DELLE MOSTRE
dal 10 al 19 Settembre
mattino ore 10.30 – 13.00, pomeriggio ore 16.30 – 19.30, sera ore 21.30 – 23.00

dal 20 Settembre 2021, CasermArcheologica è aperta tutti i sabati pomeriggio dalle 16.00 alle 19.00 e sempre, in orario di lavoro e su appuntamento.

*****

SPACE NEEDERS
mostra di Francesco Capponi
dal 10 settembre al 10 Ottobre 2021
CasermArcheologica, Via Aggiunti 55, Sansepolcro

Progetto di fotografia stenopeica che nasce come piccola e personale fuga dalla realtà durante il lockdown iniziato in Italia nel mese di Marzo 2020 a causa della pandemia di Coronavirus che ha investito il pianeta.

Chiuso in casa, l’artista ha tentato di affrontare quella inedita situazione di isolamento provando a ribaltare la prospettiva emozionale mediante un gioco fotografico di esplorazione dello “Spazio Domestico”.

Per far ciò ha utilizzato dei soggetti fotografici speciali, una squadra di piccoli esploratori spaziali, creati ritagliando immagini di astronauti e cosmonauti trovate in rete, che sono stati posizionati e rifotografati nei vari angoli di casa come se fossero in azione dentro piccoli set. Una risematizzazione degli ambienti conosciuti per cui semplici superfici, singoli oggetti si sono trasformati in enormi pianeti e mondi alieni determinando un’espansione imprevista di quel mondo vitale che si era improvvisamente e inevitabilmente ristretto.

Le immagini sono state scattate utilizzando una vecchia macchina fotografica danneggiata e ritrasformata in una Pinhole Camera medio formato, sostituendone l’obiettivo ormai perso con un foro stenopeico. La particolare estetica della fotografia stenopeica, che consente di realizzare immagini interamente a fuoco ma con una definizione morbida dei contorni, ha contribuito a far apparire reali quegli esploratori e i loro mondi alieni.

Biografia dell’artista
Francesco Capponi (1976, Perugia) fin dagli anni di formazione all’Accademia di Belle Arti lavora alla contaminazione di vari linguaggi artistici, tra i quali grande importanza assume la fotografia, analogica e sperimentale, indagandone il significato primigenio di “disegno con la luce”, in un vivo e costante dialogo tra antico e contemporaneo. Nei suoi lavori più propriamente scultorei la sperimentazione passa talvolta attraverso l’inserimento di elementi cinetici o meccanici destinati ad alterare l’approccio all’opera da parte dell’osservatore.

www.francescocapponi.com

*****

COSÌ LONTANO, COSÌ VICINO
Mostra bipersonale di Meri Ciuchi e Maurizio Rapiti
dal 10 Settembre al 10 Ottobre 2021
CasermArcheologica, via Aggiunti 55, Sansepolcro

Così lontano, così vicino è la bipersonale degli artisti Meri Ciuchi e Maurizio Rapiti, la cui poetica si snoda in differenti percezioni legate al vivere quotidiano dove l’analisi primaria è la variante.

Entrambi gli artisti narrano di un tempo liquido che non si sposta in un asse orizzontale, in cui le fasi di caduta e la speranza di rinascita si stanno succedendo ininterrottamente, confondendosi e confondendoci. Le loro opere contengono innesti ed elaborazioni che rimandano a un tempo che non si può definire, un tempo che non scorre scadenzato, lontano e vicino, ma piuttosto di qualcosa in cui siamo immersi, che ci avvolge e ci circonda.

Meri Ciuchi espone scatti fotografici analogici datati 1993 rivisitati quasi un ventennio dopo con l’inserimento di parti ricamate. Maurizio Rapiti presenta una riproduzione di dipinti iconici in cui introduce elementi contemporanei.

Le opere presentate sono narrazioni immediate, con elementi tratti dall’ordinario vivere, filtrati dai loro occhi a tratti immaginifici. Lontane sono le loro tecniche di lavoro ma entrambe appartenenti alle antiche tradizioni espressive, il ricamo e la pittura a olio. Un attingere al passato per realizzare immagini contemporanee, attraverso un’azione di ricerca strutturata su più livelli emotivi, al confine tra ironia e melanconia.

Biografie degli artisti
Meri Ciuchi (1970, Anghiari) vive e lavora a Sansepolcro (AR).
Artista visiva diplomata all’Accademia di Belle Arti/Scenografia di Perugia, alla continua ricerca artistica di un’interazione per immagini con gli spettatori attraverso materiali e tecniche diversi, sviluppati in base al progetto. Alla base del suo lavoro risiede la comunicazione di stati d’animo, condizioni imposte, esperienze di caducità condivise in un tacito confronto tra artista e fruitore.

Maurizio Rapiti (1985, Sansepolcro) vive e lavora a Cerbara di Città di Castello (PG).
Dopo la formazione nello studio del padre, intraprende un percorso improntato alla sperimentazione e commistione di tecniche ma sempre con lo sguardo dinamico rivolto al figurativo. La cura formale e la ricerca del piacere estetico sono alla base delle sue opere di recente produzione, ispirate ai più famosi dipinti della storia dell’arte italiana.