UP utopie possibili | Corso di progettazione

CasermArcheologica a Sansepolcro (AR) è uno spazio di produzione culturale, aperto ogni giorno, esito di un percorso di rigenerazione urbana di un palazzo storico abbandonato.

In 10 anni, grazie ad un costante lavoro di progettazione, applicando a programmi culturali a livello locale, regionale, nazionale ed europeo, CasermArcheologica ha creato le condizioni per riaprire lo spazio, con il coinvolgimento attivo della comunità cittadina a partire dai più giovani. Dal 2013 a Casermarcheologica si svolgono residenze artistiche e mostre, laboratori, concerti, festival, corsi di sostegno allo studio, incontri con autori e autrici dall’Italia e dall’estero.

Il percorso Utopie Possibili, a partire dall’esperienza maturata in questi anni a CasermArcheologica, vuole fornire strumenti a organizzazioni, associazioni, soggetti del terzo settore, gruppi informali impegnati in progetti culturali per acquisire strumenti e metodi di gestione, utili ad affrontare la quotidiana sfida di trovare equilibri tra innovazione e sostenibilità economica, tra desiderio e responsabilità.

UTOPIE POSSIBILI
primo modulo
3 – 7 Luglio 2024

corso di formazione rivolto a operatori e operatrici culturali, organizzazioni e gruppi informali interessati ad acquisire strumenti di progettazione.

Corso sostenuto con fondi PNRR, bando TOCC Capacity building per gli operatori della cultura per gestire la transizione digitale ed ecologica

Progetto grafico: Sara Garagnani

PROGRAMMA
Mercoledì 3 Luglio 
> ore 10.00-13.00 e 15.00 – 16.30
Laura Caruso, project manager e curatrice di CasermArcheologica

Dall’idea al progetto: vision, mission dell’organizzazione, strategie di medio e lungo periodo, esercitazione per la scrittura di un bando (analisi di contesto, obiettivi, pianificazione delle azioni, budget)

> ore 16.30 – 18.00
Ilaria Margutti, artista visiva e insegnante, fondatrice di CasermArcheologica

Samuele Boncompagni, drammaturgo, scrittore, attore
Claudio Ballestracci, artista visivo, esperto in allestimento spazi museali
Il ruolo degli artisti nei progetti di sviluppo locale con le comunità

Giovedì 4 Luglio 
> ore 10.00 – 13.00 e 15.00 – 16.30
Sara Nocentini, progettista esperta in programmi Erasmus+ e Europa Creativa

Le possibilità della progettazione europea, introduzione ai programmi culturali europei

> ore 16.30 – 18.00
Laura Caruso, project manager CasermArcheologica

Budget di progetto e rendicontazione

Venerdì 5 Luglio
> ore 10.00 – 13.00 e 15.00 – 18.00
L’Impresa della Grande Trasformazione: arte e cultura come acceleratore della necessaria e urgente rigenerazione. Sostenibilità e rapporti con Pubbliche Amministrazioni.
Simonetta Carbonaro e Ezio Manzini

Simonetta Carbonaro, esperta riconosciuta a livello internazionale in Psicologia del Consumo, Marketing Umanistico, Innovazione d’Impresa e Design Management.
Che cosa mancherebbe al mondo se la mia impresa non esistesse?” Questa è la semplice domanda con cui ogni organizzazione può mettere a fuoco l’essenza delle proprie aspirazioni e dare, quindi, forma alle conseguenti azioni con cui partecipare alla grande trasformazione culturale necessaria per la costruzione di un futuro desiderabile.

Ezio Manzini, designer per l’innovazione sociale intesa come principale agente nella transizione ecologica. Su questo tema ha promosso DESIS: una rete internazionale di scuole di design specificatamente attive su questo tema.
Come mantenere la qualità sociale nel tempo. Tutte le iniziative di cui si occupa il corso sono dei casi di innovazione sociale trasformativa: la loro esistenza implica un cambiamento sistemico a scala locale. Al cuore di questo cambiamento sistemico c’è la scelta di collaborare. Cioè di fare assieme qualcosa. E di farlo in prossimità e con cura. Questa scelta permette di ottenere risultati altrimenti impensabili, ma ha un costo in temini di tempo, energia ed attenzione richieste. In questo sta il limite alla loro diffusione e alla loro durata nel tempo.

> ore 21.00 – Caffè delle Stanze, Via XX Settembre 156, Sansepolcro
Presentazione del libro Fare assieme, Edizioni Igea
con gli autori Ezio Manzini e Michele D’Alena

> ingresso libero e gratuito

Scuole, biblioteche e strutture sanitarie che operano come luoghi di aggregazione di comunità; case del quartiere e centri culturali che erogano servizi di prossimità: esperienze diverse, accomunate tuttavia dall’intreccio di prestazioni professionali fornite da operatori istituzionali e attività collaborative messe in atto da enti del terzo settore e gruppi di cittadini attivi. Sono anticipazioni di quella che potrebbe essere una nuova generazione di servizi pubblici collaborativi, il cui modo di operare dipende dal contributo pubblico ma il cui successo è legato a una molteplicità di iniziative che si levano autonome dal basso.

Sabato 6 Luglio
> ore 10.00 – 16.30

Consulenza per singoli progetti con Laura Caruso, su prenotazione

> ore 16.30 (ingresso libero e gratuito)
CasermArcheologica, Via Aggiunti 55, Sansepolcro
Echi del tempo, installazioni sperimentali per Montebotolino

Inaugurazione mostra Claudio Ballestracci a CasermArcheologica

Domenica 7 Luglio
> ore 11.30
Montebotolino(ingresso liberto e gratuito)
Sospese confidenze

Lettura a Montebotolino, Comune di Badia Tedalda
a cura di Samuele Boncompagni
con Samuele Boncompagni e Chiara Renzi
musiche dal vivo Ruben Marzà
Attività inserita nel progetto “Repubblica delle Foreste, custodi dell’Alpe della Luna”, Bando Borghi PNRR

Prime sono le pietre a sussurrare, poi viene il vento, che ora bisbiglia, ora grida: sono le storie della storia di Montebotolino, un borgo sospeso sul pendio del monte, sospeso nel tempo. Un percorso narrativo nel quale immergersi passeggiando e ascoltando: silenzi, suoni, parole e memorie che tornano ad affacciarsi al “Paradiso” per volare lontano. Un paesaggio conserva le storie di chi lo ha vissuto, di coloro che lo hanno attraversato: raccogliere quelle storie e tornare a raccontarle nel presente è compiere un ricamo tra passato e futuro, rammentare rammendare.

INFO E COSTI

Info: casermarcheologica@gmai.com
Costo di partecipazione per singole giornate 3, 4, 5, 6 luglio: 50 euro al giorno a partecipante.
Per chi partecipa a tutte le giornate, è possibile essere anche due persone appartenenti alla stessa organizzazione al costo di un partecipante.

Venerdì 5 luglio ore 21.00, Sabato 6 Luglio ore 16.30 e Domenica 7 luglio ore 11.30: ingresso libero e gratuito

______________

Profili delle professioniste e dei professionisti 

CLAUDIO BALLESTRACCI
Il cuore della sua ricerca consiste nel vivificare il fattore apparentemente inerte della materia (frequente l’uso del metallo) attraverso processi tecnici elementari: la luce, l’elettricità, la simbiosi alchemica con elementi composti e naturali. L’oggetto ritrovato è la materia prima per elaborare l’immagine, così come un luogo o un edificio sono fonte di ispirazione originaria. Le immagini prodotte sono quasi sempre attraversate dalla luce: nella trasparenza dei raggi filtrati dalla cera e dal cotone, dalla resina e dall’acqua si svelano concetti vividi trattenuti dentro strutture inerti, nella commistione fra organico e inorganico. Le opere, spesso caratterizzate da una dichiarata obsolescenza, sono contrassegnate da una matrice comune, la rovina, nel segno della caducità e della memoria. Ha esposto in Italia e all’estero.

Vive e lavora a Longiano, in Romagna.

SAMUELE BONCOMPAGNI
Samuele Boncompagni, attore, autore laureato in Drammaturgia e formatore teatrale specializzato presso Accademia delle Arti e dello Spettacolo del Teatro alla Scala di Milano. Ha co-fondato l’associazione culturale Noidellescarpediverse. Come autore ha vinto prestigiosi premi tra i quali “Belli Corti” di Roma, “Tragos” di Milano, “Centro Attori” della Rivista Sipario. Lo spettacolo “In arte son Chisciotte – cavaliere singolare femminile plurale”, di cui è autore del testo, nel 2022 ha vinto il premio AGIS-SociaLive promosso da Agis e Meta. Collabora con Fondazione Bruschi dal 2013 per progetti di didattica museale teatralizzata e da due anni cura con Chiara Renzi la direzione artistica della rassegna “Racconta la Casa Museo”. Negli ultimi anni si è dedicato anche alla narrazione e drammaturgia in contesti naturali come al festival Montagne Racconta in Trentino e lavorando in alcuni dei Borghi più belli d’Italia della provincia di Arezzo come Anghiari, Lucignano, Poppi e Raggiolo.

SIMONETTA CARBONARO
www.realise.de

E’ un’esperta riconosciuta a livello internazionale in Psicologia del Consumo, Marketing Umanistico, Innovazione d’Impresa e Design Management. Svolge ricerche sull’ethos delle società e sul comportamento dei consumatori, da cui estrae interpretazioni su ciò che sta alla base della trasformazione dei bisogni umani e delle dinamiche dei movimenti socio-culturali.

Dal 1992 al 2004 ha insegnato alla scuola di design Domus Academy di Milano, è stata visiting professor presso la London University of Fashion. Nel 2001 ha co-fondato l’ONG Parlamento Culturale Europeo, un forum indipendente di personalità europee nel campo delle arte, della cultura. Nel 2004 in Svezia le è stato conferito il titolo di Professor in Design Management e Humanistic Marketing dall’University of Borås, dove ha diretto l’iniziativa The Design of Prosperity, un think-tank sulle dinamiche socio-culturali che influenzano i nuovi movimenti culturali, guidano i cambiamenti socio-economici e promuovono stili di vita sostenibili.

25 anni fa ha co-fondato una società di consulenza con sede in Germania, dove conduce progetti di gestione dell’innovazione sostenibile e di comunicazione di marca per grandi aziende internazionali come IKEA, Patagonia, Coop Italia, MIGROS. Da 25 anni è membro del comitato consultivo del Gottlieb Duttweiler Institut (GDI), rinomato centro svizzero per gli studi sociali e di marketing e da 4 anni fa parte del Brand Committee di Gebana, una delle prime imprese sociali del fair trade europeo.

LAURA CARUSO
project manager e direttrice, insieme a Ilaria Margutti, di CasermArcheologica.

Laureata in Lettere a Parma, dopo varie esperienze in Italia e all’estero, ha maturato la propria esperienza professionale soprattutto in ambito teatrale, prima a Fondazione Teatro Due a Parma, poi in Toscana, a Sansepolcro, dove ha lavorato come direttrice organizzativa di CapoTrave / Kilowatt (Premio Ubu 2010), compagnia che gestisce una residenza teatrale e un festival dedicato alle arti del contemporaneo, riconosciuti da Regione Toscana e MIBACT. Dal 2010 al 2019 ha curato il progetto di formazione e coinvolgimento del pubblico “Spettatori Erranti” dal 2016 al 2019 ha fatto parte del gruppo di direzione del Festival dello Spettatore ad Arezzo (www.festivaldellospettatore.it). E’ ideatrice, insieme a Saverio Verini, di Art Sweet Art, residenze d’artista in abitazioni private, accessibili ai visitatori (www.artsweetart.net).
E’ project manager dei Comuni di Badia Tedalda e Pieve Santo Stefano per il progetto “La Repubblica delle foreste, custodi dell’Alpe della Luna”, finanziato con risorse PNRR Bando Borghi per 2.080.000 Euro (www.repubblicadelleforeste.it)
E’ membro nominato dal Ministero della Cultura del Comitato Nazionale Comitato Nazionale per l’ottavo centenario della prima rappresentazione del Presepe.
Tra le pubblicazioni curate “CasermArcheologica, Almanacco 1#”, “CasermArcheologica, Almanacco 2#” e “Coinvolgimento, partecipazione, cittadinanza”, tutte per la Casa Editrice Morlacchi.

EZIO MANZINI
www.desis-network.org
Si occupa di design per l’innovazione sociale intesa come principale agente nella transizione ecologica. Su questo tema ha promosso DESIS: una rete internazionale di scuole di design specificatamente attive su questo tema.

Attualmente è Presidente di DESIS Network e Professore Onorario al Politecnico di Milano. E’ stato professore invitato in molte scuole internazionali, come, nell’ultimo decennio: Elisava-Design School and Engineering (Barcelona), Tongji University (Shanghai), Jiangnan University (Wuxi), University of the Arts (London), CPUT (Cape Town), Parsons -The new School for Design (NYC).

Ultimi libri: “Design, When Everybody Designs. An Introduction to Design for Social Innovation”, MIT Press 2015; Politiche del quotidiano, Edizioni di Comunità, 2018 (edizione inglese: Politics of the Everyday. Bloomsbury, 2019) e Abitare la prossimità, Egea 2021 (edizione inglese Livable Proximity, Egea 2022); Plug-ins: Design for City Making in Barcelona” (with Albert Fuster and Roger Paez, Elisava and Actar Publishers 2023.

ILARIA MARGUTTI
artista, insegnante, Direttrice e Rappresentante Legale di CasermArcheologica
Contatti: www.ilariamargutti.com  / Ilaria Margutti FB  /  ilariamargutti IG /

Ilaria Margutti (Modena 1971), vive e lavora a Sansepolcro, dove svolge l’attività artistica e quella di docente di storia dell’arte. Nel 1997 si diploma all’Accademia di Belle Arti di Firenze. Ha collaborato con diverse gallerie in Italia e in Europa. Nel 2008 le sue opere sono finaliste in tre premi internazionali: Arte Laguna, Arte Mondadori e premio Embroideres’ Guild di Birmingham. Nel 2010 è in Costa d’Avorio per il progetto De L’Esprit e de L’Eau sostenuto dal Consolato Italiano.
Ha seguito progetti per la diffusione dell’arte contemporanea in collaborazione con il Museo Civico di Sansepolcro.
Dal 2013 è direttore di CASERMARCHEOLOGICA, spazio per la sperimentazione artistica contemporanea a Sansepolcro; assieme a Laura Caruso ne cura il recupero e la progettazione.

SARA NOCENTINI
Laureata in Scienze della Formazione a Firenze, dopo aver lavorato come consulente per oltre 10 anni con le pubbliche amministrazioni provinciali di Arezzo e Firenze nel settore della formazione professionale e delle competenze, si specializza in europrogettazione e inizia a collaborare come freelance con soggetti pubblici e privati, in particolare per lo sviluppo di progettualità sui programmi Erasmus e Creative Europe.

Dal 2013 ad oggi, ha progettato oltre 100 iniziative nei settori educativi, sociali e culturali e ha gestito e coordinato gruppi di lavoro e scambi europei nel settore VET e School.

È iscritta all’albo dei valutatori INDIRE e INAPP per l’assessment di progetti Erasmus+ in ambito School, EDU e VET.

Dal 2023 è presidente dell’Associazione Culturale Ideatica APS, ente del terzo settore che si occupa di attività di educazione e formazione rivolte a giovani e adulti nel campo della comunicazione audiovisiva e cinematografica e che promuove e sostiene la ricerca e la sperimentazione nel campo dell’immagine e delle arti cinematografiche.